Crea sito

“Verità a Stelle e Strisce”, dal Lusitania all’Isis

“Verità a Stelle e Strisce” Dal Lusitania all’Isis

Le verità dietro “le verità”

 

verita a stelle e strisceViviamo in un mondo in cui predomina la superficialità, l’apparenza, la finzione, la falsa notizia. In questo panorama si distingue la ricerca della verità del libro “Verità a Stelle e Strisce”, dal Lusitania all’Isis di Carlo Andrea Mercuri, Albatros Editore. Già dalla copertina si può dedurre quali verità svela il volume al suo interno, curata nei minimi dettagli e realizzata dall’artista e fumettista Alessandro Dierna. Nell’Introduzione l’autore ricorda che si usa dire: “la storia è scritta dai vincitori, ma la domanda che sorge da questa affermazione è: questa versione “ufficiale” propinataci corrisponde alla verità?”. Il tempo e la caparbietà di pochi cooperano per constatare che la verità e la storia spesso non vanno di pari passo. Ogni epoca, dall’impero romano a quello britannico, ha visto il predominio di un popolo su tutti e ciò ha comportato che i primi scrivessero la storia per loro stessi e per gli altri. Dal XX secolo indiscutibilmente il popolo predominante è stato quello statunitense ed esso ha provveduto a scrivere una versione della propria storia e di quella del mondo, che poi è stata considerata nel corso degli anni “la versione ufficiale”. Tuttavia questa esposizione generalmente riconosciuta ha, per ogni evento ad essa correlato, sempre presentato lacune e incongruenze. Sono proprio queste ultime che mi hanno spinto nella ricerca pluriennale di una verità alternativa, costruita con metodologia e fatica, che si propone l’arduo compito di stimolare il lettore per sensibilizzarlo e disincantarlo dalla verità preconfezionata che ha coperto oltre un secolo di menzogne e inganni.

Purtroppo ormai qualunque notizia, fonte storica prendiamo in considerazione di qualsiasi genere di appartenenza che sia storica, medica, religiosa, deve essere valutata con cautela ed è necessario pensare che in realtà nasconde verità che sono state modificate a proprio piacimento da colui che l’ha trascritte per tramandarle. Dalle due guerre mondiali all’11 settembre, passando per la guerra fredda, il Vietnam, le due guerre del Golfo, fino ad arrivare all’ascesa dell’ISIS, sembra essersi perpetrata un strategia della tensione, volta a coprire i reali interessi del potere statunitense. L’autore ci tiene a ribadire che quanto scritto nelle pagine del libro “Verità a stelle e strisce” non sono cospirazioniste corredate di indizi privi di riscontri oggettivi, bensì sono presenti prove fattuali documentate che hanno come scopo ultimo quello di stimolare la coscienza del lettore, indirizzandolo verso una sua propria conclusione. Questo libro altro non è che una lente che permette a chi lo legge di focalizzare delle verità troppo a lungo negate. Carlo Andrea Mercuri citando Oscar Wilde, “il nostro unico dovere nei confronti della storia è di riscriverla”, evidenzia ciò che ha tentato di realizzare tramite il saggio pubblicato ossia spiegare la realtà circa i grandi eventi bellici e non solo, dove gli Stati Uniti ne sono stati protagonisti. Sei capitoli in cui vengono trattati argomentazioni che vanno da Pearl Harbor all’11 settembre, dal Vietnam all’invasione dell’Iraq.

Nel libro sono contenute le verità dietro “le verità”, documenti che rivelano gli interessi reali dietro a quelli di facciata e chi ha tratto profitto dagli eventi catastrofici del Novecento e dei primi anni del Duemila. Sia gli eventi più recenti che quelli più remoti trattati in questo libro meritano la giustizia della verità storica. Mercuri ci tiene a sottolineare che la verità da lui analizzata e resa pubblica con il volume non punta il dito contro il popolo statunitense nel suo insieme, vittima di un sistema politico schiavo delle lobbies, ma reo al contempo di elargire troppo generosamente ai propri leader una fiducia mal riposta. Punta il dito contro questi poteri occulti, così forti da poter decidere il destino di milioni di vite. “E’ importante capire per non dimenticare e imparare dal passato affinché non si commettano gli stessi errori in futuro. Perché la storia è come un brutto film, che tutti hanno visto ma del quale nessuno ricorda mai il finale.”

Note biografiche dell’autore:

Carlo Andrea Mercuri, laureato in Scienze Politiche con specializzazione e master in Relazioni Internazionali, si occupa da anni di storia contemporanea americana e mondiale. Studioso dei grandi eventi storici del Novecento, si è dedicato a temi come l’occupazione americana del Giappone nel secondo dopoguerra e ai difficili rapporti tra la Repubblica Popolare Cinese e Taiwan, nell’evoluzione delle loro relazioni diplomatiche dal 1949 ai nostri giorni. Attualmente collabora con il quotidiano “L’Intellettuale Dissidente”, dove si occupa della sezione Esteri.

 

Print Friendly, PDF & Email
 
Close

Benvenuti nel nuovo Flash Style Magazine Vip

Benvenuti welcome nuovo Flash Style

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: