Crea sito

Nettuno si veste D’Argento. All’Horror Fest un omaggio al maestro del brivido…

 

Dario Argento e Paolo Ruffini

ITALIA HORROR FEST

L’esclusiva presenza del maestro del brivido Dario Argento ha caratterizzato anche quest’anno l’Horror Fest di Nettuno giunto alla terza edizione con gran finale previsto per la serata del 9 agosto. Alla Direzione artistica Luigi Pastore che insieme al primo cittadino, il Sindaco Alessio Chiavetta ed i registi Luigi Cozzi e Chris Alexander direttore della rivista americana Fangoria, accompagnato dal corrispondente per l’Italia Roberto D’Onofrio hanno dato inizio all’edizione Horror 2014. Un programma con ospiti straordinari ed ogni sera nell’Arena Pro Loco un film in proiezione oltre ai cortometraggi in concorso. Mercoledi 6 è stata la serata dedicata al maestro Dario Argento e lo speciale su Quattro mosche di velluto grigio, intervistato dal frizzante Paolo Ruffini che ha coinvolto tutto il pubblico presente. Emozionante è stata durante la serata, l’entrata sul palco del maestro Ruggero Deodato che ha aperto la serata seguita poi dalla proiezione del film “Hercules” di Luigi Cozzi. Sabato 9 è prevista la chiusura del festival suddiviso tra Borgo Medievale e le proiezioni in Piazza Cesare Battisti, alle 21:30 cerimonia di premiazione miglior cortometraggio e miglior lungometraggio. Come ogni anno concerto e spettacolo finale, quest’anno con FRIZZI 2 FULCI (from London), l’Orchestra diretta dal Maestro Fabio Frizzi. Una visita nel villaggio dell’Arena Pro Loco è d’obbligo per tutti gli amanti dell’horror, l’animazione di zombie, demoni e creature notturne crea ulteriore atmosfera agli incontri tra proizioni e registi che hanno fatto e fanno la storia del nostro cinema “horror”. 

Natascia e Romina Malizia

Un assaggio dell’ Italian Horror Fest dello scorso anno

HORROR FEST serata omaggio a DARIO ARGENTO. Crediti foto: RANIERO AVVISATI

Print Friendly, PDF & Email
 
Close

Benvenuti nel nuovo Flash Style Magazine Vip

Benvenuti welcome nuovo Flash Style

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: