Lo stage di Alessio dallo chef Filippo Cogliandro

SOS Antiracket Antiusura APS

In viaggio con Alessio

diario di bordo

 

Ed eccoci, finalmente con Chef  Filippo Cogliandro.

Oggi vogliamo raccontarvi una storia, una bella storia.

Perché le belle storie devono essere raccontate.

E quella di Alessio lo è.

Diciannove anni, un sorriso caldo e timido come quel sole che gioca a nascondino con le nuvole, una passione per i manga ed il judo, Alessio è uno studente dell’Alberghiero Enzo Ferrari di Battipaglia affetto dallo spettro autistico ad alta funzionalità che stamane – con mamma Lucia, papà Marco, la sorellina ed il presidente di SOS antiracket antiusura Tommaso Battaglini –  è in viaggio verso Reggio Calabria per vivere più di due settimane di apprendistato con Chef  Filippo Cogliandro.

“Cucinare è come realizzare un meraviglioso viaggio dei sensi attraverso i prodotti offerti dal nostro mare e dalla nostra terra”, e quello di Alessio è un viaggio esperienzale che mette le ali ad un disturbo – l’autismo – troppe volte relegato agli angoli angusti delle stanze del non-posso-farlo.

 

Alessio ha conosciuto chef Cogliandro, talento cristallino della cucina del territorio ed ambasciatore antiracket nel mondo, più di un anno fa, il 28 aprile 2022,  partecipando al progetto coordinato dal giornalista Luciano Pignataro “Scuola di Comunità – Educare alla socialità, comincia dal campo” iniziato nel marzo del 2019 e che ha visto il coinvolgimento degli studenti scelti all’interno del ProfAgri, IIS E. Ferrari e IIS Cenni Marconi, produttori locali, l’Associazione SOS Antiraket AntiUsura, Storiedipane e DaZero, con la coordinatrice di progetto Mariateresa Scarpa.

L’incontro di Filippo Cogliandro con la scuola Profagri di Salerno…….Ogni cosa, ogni evento, per Filippo Cogliandro, la sua cucina diventa  un pretesto per parlare della sua terra, e ci sono volte in cui alla fine di un pranzo si rimane così estasiati che il piacere della tavola diventa emozione in quanto il menù proposto è un insieme di tecnica, certezza, e raffinata semplicità impostata ad esaltare il gusto del prezioso patrimonio botanico della costa Calabra.

Lo chef Cogliandro fa questa magia, quella di farti trovare la Calabria in un piatto, ti porta per mano in un mondo di terra e di mare e nella sua cucina i racconti dei pescatori, i colori della sua regione, il mare d’agosto, e, come un direttore d’orchestra, ha diretto una sinfonia di materiale, pesce freschissimo, erbe, verdura e frutta magicamente in equilibrio tra loro, Filippo si muove a suo agio in una cucina che è tradizione della sua terra, continuità, fantasia e visione dove ha messo come attore anche il bergamotto di Reggio Calabria, elemento usato nel campo della cosmesi ma “scoperto” da Filippo per accentuare una nota decisamente accentuata del Bergamotto nei suoi piatti, dove gusto e sapore spaziano senza limiti per una cucina che non si racconta, ma ci si perde nelle sue emozioni come in un viaggio meraviglioso.

Oggi Alessio ha ripreso quel gomitolo di vita srotolato durante il progetto, il suo primo incontro con chef Cogliandro e lo ha messo in tasca per portarlo con sé fino a Reggio Calabria dove per diverse settimane sarà ai fornelli, fianco a fianco, con lo chef.

Quella di Alessio è una bella storia.  Una di quelle che la racconti e ti batte il cuore.

Una di quelle che ti sposta l’asse della vita verso nuovi pianeti e valori, che prende a schiaffi finte certezze e feticci sociali arroccati nei luoghi comuni. Quella di Alessio, è una storia che profuma di buono.

Writer: Tommaso Battaglini

Presidente Nazionale SOS Antiracket Antiusura

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.