Crea sito

La Capotondi e il dramma di Lucia Annibali

La battaglia di Lucia Annibali

 

La battaglia di Lucia Annibali

Il 25 novembre è dedicato a un’emergenza sociale, la tv in particolar modo Rai uno ha scelto di trasmettere un film tv che tratta il delicato tema del femminicidio.

Il film tv si intitola “Io ci sono” ed è la storia di Lucia Annibali, l’avvocato di Pesaro sfregiata con l’acido da Luca Varani (interpretato da Alessandro Averone), suo collega ed ex fidanzato che lei aveva lasciato. Ad interpretare la giovane protagonista Cristiana Capotondi: “Ho deciso subito di accettare questo ruolo”spiega l’attrice” per diversi motivi. La vicinanza a certe tematiche cosi attuali, la chiave positiva del film, che punta sulla rinascita di Lucia, e poi il tentativo di aiutare le donne a capire come alcuni elementi nel comportamento del partner debbano essere subito letti come un campanello di allarme”.
Il film è stato girato a Pesaro nei luoghi originali della vicenda, e la
Annibali è stata molto presente sul set durante le riprese.

“Io l’ho conosciuta prima della lavorazione del film” spiega Cristiana. “Ci siamo subito trovate. Ha un animo aperto, è una persona solare, autoironica, una donna che si pone con naturalezza senza filtri. Sono passati tre anni dall’aggressione e lei si è sottoposta finora a 18 operazioni di ricostruzione. E ancora dovrà continuare”.

Ogni giorno erano necessari tre ore di trucco per trasformare Cristiana in Lucia. La somiglianza è impressionante: “E quella è la Lucia di oggi, il suo aspetto è il risultato di tre anni di interventi. Ma lei ha passato delle fasi terribili, mi ha mostrato delle foto scattate dopo l’ aggressione che sono davvero sconvolgenti”.

A maggio di quest’anno la Cassazione ha confermato  per Varani la condanna a 20 anni di carcere.

Oggi Lucia Annibali è una donna rinata, questa triste vicenda l’ ha fortificata rendendola più forte determinata e coraggiosa.

C’ è una scena molto toccante e commovente del film, dove la protagonista tiene una conferenza in un liceo dove sono presenti tanti studenti per ascoltarla. Lucia Annibali toglie la maschera che le nasconde il viso, e mostra  quasi con naturalezza il suo volto a tutti. Esordisce dicendo “La bellezza che mi interessa oggi è quella che ho trovato dentro di me,alle ragazze non è amore sentirsi annientate psicologicamente,rinunciare alla propria indipendenza e autonomia solo perché lo vuole lui, vogliatevi bene, ridete di voi stesse e sappiate che ogni forma di violenza non è colpa vostra, se avete scelto l’uomo sbagliato, ma è colpa di chi l’ ha commessa, l’ amore non tollera nessuna forma di violenza mai”. Parole cariche di significato che accarezzeranno i cuori e gli animi di tutte noi donne e che invitano a riflettere su questa grave tematica dei nostri giorni.

Print Friendly, PDF & Email
 
Close

Benvenuti nel nuovo Flash Style Magazine Vip

Benvenuti welcome nuovo Flash Style

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: