Crea sito

Il Re della commedia all’ italiana compie 80 anni!

lino banfi

Il Re della commedia all’ italiana compie 80 anni!

Nato in Puglia , vero nome Pasquale Zagaria ha rappresentato la commedia italiana nel bene e nel male. Sposato con la stessa donna dal 1962, è diventato il nonno d’ Italia con un Medico in famigliaIl noto attore comico è nato il 9 di luglio, ma è stato registrato all’ anagrafe solo due giorni dopo e in quella data l’ 11 luglio ha festeggiato il suo compleanno: “Mia madre Nunzia mi mise alla luce il 9 luglio . Ma la mamma diceva sempre a tutte le puerpere: faccio un piacere al bambino e lo registro qualche giorno più tardi, così se è maschio, quando fa il militare ritarda la chiamata. E se il bambino nasceva a fine dicembre si registrava nel nuovo anno.”

I suoi inizi – Lino Banfi racconta ai microfoni del Tg2 che ha avuto un’ infanzia difficile fatta di povertà, gli inizi della sua carriera sono stati duri, era pieno di debiti, e quando voleva mollare tutto e bruciare la sua valigia con gli abiti di scena, sua moglie lo spinse a non arrendersi e a restare a Roma, gli diceva “Se questo è il tuo sogno, non devi rinunciare” e infatti lo era, Lino ricorda che “Da bambino quando dichiarava davanti ai suoi amici che un giorno sarebbe diventato un attore famoso e avrebbe firmato autografi ,questi lo prendevano in giro e non ci credevano”

Re della Commedia SexAttore versatile che è passato dalla commedia, per adulti, a quella per famiglie, Banfi era diventato famoso con il film supersexy come La liceale nella classe dei ripetenti, L’onorevole con l’ amante sotto il letto, La moglie in bianco…. l’ amante al pepe, L’ infermiera di notte, L’ insegnante va in collegio, L’ insegnante viene a casa, o anche l’insegnante balla con tutta la classeIl grande amore e il consiglio di Totò– L’ attore racconta con commozione il suo amore con Lucia: “Sposaì Lucia in un freddo mattino del ‘62 , quasi di nascosto e in sagrestia ,perché avevamo fatto la fuitina e le nozze non potevano essere in chiesa. Invece il suo nome d’ arte conferma che fu proprio il grande Totò a consigliargli come modificarlo.” Avevo pensato di chiamarmi Lino Zaga, ma il principe De Curtis mi disse: cambialo, perché i diminuitivi del nome portano bene, quelli del cognome portano male. E Banfi venne fuori dal registro di classe del mio impresario che era pure maestro elementare : era il nome di uno scolaro, Aureliano Banfi…. iniziò la mia carriera”.

Ancora in Tv – Banfi non ci pensa ad andare in pensione, infatti sarà presente nella decima serie del Medico in famiglia: “Nonno Libero è sempre fresco e pimpante, ma non posso promettere che ci sarò anche nell’ undicesima serie, se viene programmata fra poco tempo: o vi sbrigate o … “E intanto sul suo compleanno aggiunge in tono ironico” Nel 2016 lo raggiungiamo in parecchi. Io le chiamo le quattro B: prima Pippo Baudo, ora io, poi tocca a Silvio Berlusconi a settembre , quindi Papa Bergoglio a dicembre. Sono in buona compagnia. E forse festeggerò anche a settembre.

Marta Di Leo

Print Friendly, PDF & Email
 
Close

Benvenuti nel nuovo Flash Style Magazine Vip

Benvenuti welcome nuovo Flash Style

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: