Il power-pop del trio al femminile LUCI AL NEON

LUCI AL NEON

Che il girl power sia imperante è scritto dappertutto. Ma siamo già oltre. Se non stupisce più la donna in divisa, o a capo di un Ministero, si può andare ancora più in là per superare gli stereotipi di ruolo. Le mani sul manubrio (della Kawasaki) oggi portano lo smalto. Basti citare il ritornello del nuovo singolo del power-pop trio al femminile LUCI AL NEON per cogliere l’essenza del messaggio: “Io corro nel buio e non mi guardo indietro, mentre mi abbracci da dietro, baby rallenta ti prego”.
Analizziamo i versi. Il centauro, o meglio la Centaura, corre nel buio senza esitazione (donna al volante pericolo costante lasciamolo dire ai nostri nonni), e qui arriva il meglio: “mentre mi abbracci da dietro”.  È lei che guida e lui l’abbraccia da dietro: il mondo si è capovolto maschietti… e non basta, perché lui prega la moderna amazzone di rallentare.

Il messaggio è a dir poco chiarissimo: girl power alla guida.
Il nuovo singolo del terzetto formato dalla frontwoman, cantante e coautrice dei brani Kris, dalla bassista Alena Mengo e dalla batterista Francesca Avolio, non ha però la pretesa di riportare in auge i movimenti delle suffragette, bensì è un manifesto alla leggerezza. Riprendiamoci la nostra libertà, all’insegna del divertimento, perché l’estate si avvicina e si è giovani una volta sola. 
 
 
Il singolo «Kawasaki»

La band al femminile LUCI AL NEON ha le idee chiare. Conosce il percorso e sa dove vuole arrivare in sella al nuovo singolo Kawasaki, perché la mappa di viaggio è stata preparata con tutti gli itinerari del caso da chi ha le giuste competenze per orientarsi nelle tortuose vie della musica.
Stefano Borzi, manager e produttore Multiplatino: dal 2017 al 2021 ha collezionato 6 dischi di Platino e 2 dischi d’Oro. Anche musicista ed editore con oltre 30 anni di esperienza nel settore discografico, è oggi proprietario della STEMMA Records&Academy di Roma. Ha iniziato con artisti del calibro di Domenico Modugno, Renato Carosone, Riccardo Cocciante, Mina per arrivare a lanciare tra gli altri Tiromancino, Gigi Finizio, Gazosa, Federica Carta. Sa come si prende per mano il talento e come guidarlo.
L’altra metà della mela è colui che ha dato un contributo fondamentale alla fattura musicale, al lavoro di ago e filo che serve per cucire i pezzi al fine di creare il collage perfetto: Leo Pari. Cantautore, musicista, producer e autore, è un artista a 360 gradi che riesce a rendere ogni progetto riconoscibile, grazie alla sua cifra stilistica. Ha all’attivo molte collaborazioni artistiche di rilievo come Thegiornalisti (in tour con la band nel 2016), Simone Cristicchi, Elodie, Gazzelle, Francesco Renga, Malika Ayane, Tiromancino, Galeffi.
Kawasaki è un brano pop che spezza il luogo comune rock/velocità, mentre sfata al contempo anche il luogo comune donne e motori. Qui la donna non è la pin up dallo stacco di gamba mozzafiato, ma è il pilota con una chiara identità. E musicalmente non ci sono chitarre distorte, ma un più rassicurante synth-pop leggermente anni ’80. La spontaneità di Kris, co-autrice del brano è catartica. La sua voce è libertà in musica, e come lei stessa afferma tutto ruota intorno all’energia: «”Kawasaki” è la sensazione di libertà che solo un viaggio in moto sa dare. Un concentrato di energia che smuove le tue passioni e accende la tua strada, sfrenata e selvaggia. È ripartire con entusiasmo quando senti che tutto sta andando fuori pista».
Instagram: @lelucialneon
Facebook: @lelucialneon

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.