Il benessere viene dal mare, preziosi consigli di Patrizia Pellegrini

 

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce il benessere evidenziando due fattori, quello psicologico e quello mentale, lo “stare bene con se stessi” vuol dire di sentirsi sereni, sicuri e consapevoli delle proprie forze, delle proprie capacità equalità sia un campo professionale che sociale. Accanto a un equilibrio emotivo  e a una giusta percezione di sé stessi e degli altri, viene poi il benessere fisico, lo star bene con il nostro corpo.

Il benessere fisico e mantenersi attivi, lavorare sul fisico e sulla mente, impegnarsi su progetti e sul lavoro ed essere sempre curiose di tutto e di tutti, si raggiunge prendendosi cura del proprio corpo, abituandosi ad una sana alimentazione, ritagliandosi uno spazio per l’attività fisica, importantissimo momento della nostra giornata. L’aspetto psicologico, è importante concentrarsi sulle cose positive della nostra vita, pensare positivo con ottimismo allontandando i pensieri negativi.

Un aiuto ci viene dalla natura e, in questo periodo, anche dal mare, camminare nell’acqua salata ha un grande effetto drenante grazie alla stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica, il corpo elimina le tossine e combatte contro la ritenzione idrica, un ottimo modo per sbarazzarsi della cellulite.

La natura e le piante officinali aromatiche costituiscono un patrimonio che la natura ha messo a disposizione degli esseri viventi: un’autentica fonte di cure tutta biologica, che spesso si è resa indispensabile per la stessa sopravvivenza della nostra specie, in un viaggio lungo millenni che ha portato (e ancora oggi porta) alla scoperta delle loro molteplici proprietà.

La relazione che intercorreva tra l’uomo antico e la natura, era molto più diretta e concreta di quella odierna: basti pensare all’indispensabile conoscenza empirica che, unita al sesto senso, lo ha guidato nell’arco dei secoli nel saper individuare e riconoscere quali erbe utilizzare, sperimentandone sulla propria pelle gli effetti ora benefici, ora tossici.

E’ il caso di dire che il mare ti fa bella, camminare, nuotare e anche mangiare pesce…….Tutti sanno che nuotare favorisce la salute, la perdita del peso, la longevità e il benessere fisico e psicologico . Praticare il nuoto con costanza, come 30 minuti o più almeno 2-3 volte a settimana, permette di tonificare la massa magra e di ridurre quella grassa, il che aiuta a guadagnare un corpo armonico, tonico e snello.

Dal punto di vista salutare il tipo di esercizio eseguito aerobicoproduce notevoli effetti benefici sul sistema cardio-respiratorio, e aiuta pertanto a prevenire diverse problematiche o patologie quali diabete , ictus, obesità , pressione alta , colesterolo alto , ecc. Il nuoto aiuta a bruciare grassi e calorie (da 8 a 11 calorie all’ora per ogni chilo di peso corporeo) in base allo stile che si pratica (delfino, dorso, rana, stile libero) e alla velocità del movimento.

Da Fabio Nurra chef………e poi ci sono i piatti semplici, ma che sono talmente buoni che si potrebbero mangiare anche tutti i giorni., come la spigola arrosto con patate e pomodori.

 

Invece della ricetta tradizionale lo chef ha eseguito delle piccole variazioni…..

Il pesce è sfilettato e scottato da parte per rendere la pelle croccante. Il datterino è confit e le patate extra small, grandi quanto i pomodori, sono cotte in tre fasi.

A completare il tutto, capperi, olive taggiasche, salicornia, basilico fritto e un ottimo olio d’oliva

 

Patrizia Pellegrini, Naturopata, Bioterapeuta Nutrizionale®
mail.patriziapellegrini@gmail.com- cell 3339995532
www.patriziapellegrini.com

Writer : Cristina Vannuzzi

Print Friendly, PDF & Email