Grande successo di pubblico per Haiducii in concerto a Grottole

Grande successo di pubblico per Haiducii in concerto a Grottole. Il tour estivo 2022 di Haiducii ha fatto tappa in Basilicata. Dopo la doppia tappa del 14 agosto in provincia di Foggia in occasione della vigilia di Ferragosto, la celebre cantante si è infatti esibita in piazza per la prima volta a Grottole.

Pubblico delle grandi occasioni per il concerto della star internazionale della dance music nel materano. L’artista di Dragostea Din Tei, More ‘N’ More (I Love You) e Nara nara na na ha stupito i fan e gli appassionati della musica dance anni Novanta e Duemila con le sue hits evergreen e il sorprendente ed esplosivo medley con le canzoni di successo di cantanti romeni: Alexandra Stan (Mr. Saxobeat), Fly Project (Musica), Fly Project (Toka Toka), Inna (Hot Fly Like You Do It) ed Edward Maya (Stereo Love).

Come si legge sull’Agenzia parlamentare italiana Agenparl.eu, per la popolare e stimata cantante romena naturalizzata italiana Paula Monica Mitrache, in arte Haiducii, si è trattata della sesta tappa del suo tour 2022 estivo.
Dopo la doppia tappa in Capitanata il 14 agosto e a Grottole il 17, Haiducii tornerà di nuovo in Sicilia il 26 e 27 agosto, rispettivamente a Punta Secca e a Cava d’Aliga. Il 4 settembre si esibirà sul palco de Il Foro Festival a Carmagnola in Piemonte. Le ultimissime tappe sparse per il Bel Paese sono in via di definizione in questi ultimissimi giorni.

«La Basilicata somiglia tanto alla Romania e ad alcune zone dell’entroterra della Sardegna – afferma Haiducii -. Grottole ricorda il paese della mia infanzia. Adoro questa terra, dove le radici sono forti. La gente è ospitale, il cibo straordinario e il panorama unico. Ho sempre tanti ricordi bellissimi della Basilicata: dai falchi potenti alla scarpa persa come Cenerentola dopo un mio splendido spettacolo. La scarpa non l’ho mai trovata, ma il principe è arrivato dalla Puglia e l’ho sposato subito. Penso di aver girato il mondo con i miei spettacoli – puntualizza l’artista -, ma non ho mai avuto come scenografia naturale quattro alberi di tiglio. Sinceramente mi sono subito sentita a casa, poi un anfiteatro super pieno diviso in tre parti: avanti i più piccoli, al centro i giovani scatenati e dietro le persone anziane sedute. Davvero tante persone con il desiderio di esserci indipendentemente dall’età. Mi sembrava un posto dove qualcuno ci insegnasse le fasi del ciclo della vita attraverso la musica, veramente speciale tutto».

In merito alla grande novità relativa al medley romeno, la cantante spiega: «Dopo la nascita o meglio rinascita di Dragostea Din Tei, questo per me è il momento più emozionante e inimmaginabile. Parlare della Romania attraverso la musica mi riempie di gioia e di un’emozione mai provata finora. Perché fare un medley con alcuni successi dei miei connazionali usciti dopo Dragostea Din Tei? Semplice o quasi. Loro hanno avuto tanto successo e lo hanno ancora, ma tante persone non sanno che i cantanti sono tutti romeni. Ho avuto la fortuna di cantare in romeno, anche se tante persone che mi amano pensano che sono italiana, come quella volta a Toronto quando trovai davanti al palco di un mio concerto sia le bandiere italiane che quelle romene. Ecco – prosegue Haiducii -, attraverso i miei spettacoli voglio parlare di loro “vreau sa ma mandresc cu iei”. Forse è arrivato il momento giusto. Lo sento e sono orgogliosa di loro. Quindi sorge spontanea la seguente domanda, senza guardare Wikipedia o un altro canale di ricerca: lo sapevate che Alexandra Stan, Fly Project, Inna ed Edward Maya sono tutti romeni? Bene, ora sì. Sono felice di far viaggiare la musica come un patto diplomatico d’amore tra i popoli. In occasione dei prossimi spettacoli, quando canterò il medley, indosserò costumi tradizionali romeni, che appartengono sia alla mia famiglia che ad alcune mie amiche della diaspora che ho ricevuto in donazione. Saranno bei momenti di storia, musica ed etnografia per tramandare culture antiche. Grazie Italia, Mulumesc Romania».

TOUR 2022 DI HAIDUCII: TUTTE LE DATE

11 giugno 2022 – Carbonia – Sardegna (data zero)
25 giugno 2022 – Il Trappeto a Monopoli – Puglia
2 luglio 2022 – Malè a Santa Cesarea Terme – Puglia
16 luglio 2022 – Oasi Byblos a Marina di Corsano – Puglia

31 luglio 2022 – Anfiteatro Parco Comunale a San Nicolò – Sicilia
14 agosto 2022 – Piazza a Stornarella – Puglia

14 agosto 2022 – Piazza a Rocchetta Sant’Antonio – Puglia
17 agosto 2022 – Piazza a Grottole – Basilicata
26 agosto 2022 – Piazza del Faro a Punta Secca – Sicilia
27 agosto 2022 – Lungomare di Cava d’Aliga – Sicilia
4 settembre 2022 – Il Foro Festival a Carmagnola – Piemonte

Print Friendly, PDF & Email