Crea sito

Fabio Massa presenta a Cannes la solidarietà ed il cuore di Napoli con il corto “Vicolo Cieco”

Fabio MassaFabio Massagiovane attore e regista dotato di grande talento, dal carattere forte e determinato. Un ragazzo di 30 anni, nato a Castellammare di Stabia, provincia di Napoli. Laureato in scienze della comunicazione con una splendida famiglia alle spalle che lo supporta nelle vicissitudini della vita. La carriera cinematografica inizia nel 2002 mentre lavora come speedy pizza ed un giorno per caso cambia la sua vita… Dopo mesi di studio partecipa ai provini per un film girato a Napoli, “Rosa Funzeca” di Aurelio Grimaldi; passate una serie di selezioni ottiene il suo primo ruolo. Il film viene presentato al 59° festival del cinema di Venezia. Recita in “Un posto al sole”, “La squadra” in onda su Rai 3, nel 2008 co-protagonista del film “Io non ci casco” di Pasquale Falcone con Ornella Muti e Maria Grazia Cucinotta, nel 2009 film “Linea di konfine” che porta la sua firma come regia, nel 2012 protagonista del film “Il fotografo” di Carmine Girolamo. L’8 maggio è uscito il film “Vacanz…ieri, oggi e domani” per la regia di Fabio Massa e Lucio Ciotola, sta terminando il film “Granelli di Luce” in cui è autore, attore e regista. Ha ricevuto il Premio alla carriera all’evento “Progetto arte” tenutosi nel Teatro comunale di Cercola. Fabio trae ispirazione dalla realtà che lo circonda e spesso sente la necessità di raccontare e trasmettere messaggi sociali per far riflettere il pubblico. E’ tornato dal “Festival di Cannes” dove ha partecipato con il cortometraggio “Vicolo cieco”, nella sezione “Short Film Corner”.

“Vicolo cieco” è il cortometraggio che hai presentato a Cannes. Raccontaci la trama del film.

“Il cortometraggio “Vicolo cieco”, già vincitore del Napoli Film Festival e di altri premi nazionali, prodotto da Goccia Film e Pragma, è stato presentato nella sezione “Short Film Corner” del Festival di Cannes 2014. Protagonisti del corto siamo io e Giorgio Colangeli, un grandissimo attore premiato con David di Donatello per il film “L’aria salata”. Il corto che ho scritto insieme ad Andrea Parisi, e tratto da un suo soggetto, ha la finalità di mettere in un luce una diversa visione della “mia” bella Napoli! Niente camorra, niente droga, niente immondizia, ma piuttosto solidarietà simpatica del popolo partenopeo. La trama, in poche parole: Luca, un ragazzo cresciuto nei quartieri popolari della città che sembra essersi fermata ai tempi di “Così parlò Bellavista” di De Crescenzo, porta avanti la sua vita tra mille difficoltà: prima tra tutte la richiesta di finanziamento per l’obiettivo più importante, portare il padre in America per un trapianto di cuore. Dall’altra parte Don Salvatore, signorotto del quartiere che…” Ci tengo a sottolineare che nel cast ci sono davvero tanti attori di primo piano nella cinematografia e teatralità partenopea (e non solo): tra gli altri, Ernesto Lama, Martina Liberti, Luigi Catani, Lucio Ciotola, Corrado Taranto… e ci tengo a sottolineare la colonna sonora spettacolare di Franco Del Prete e Sud Express, a cui si affiancano i commenti musicali di Pietro Amoretti e Ivan Granatino.”

Cosa ti ha ispirato alla realizzazione di questo corto?

“Il corto è nato grazie ad un’idea di Andrea Parisi, autore ed attore partenopeo. La sua idea era molto di più di un corto. Si parlava di un vero e proprio film. Tantissimi personaggi che, secondo me, sul grande schermo avrebbero reso per davvero la semplicità e la spontaneità dei napoletani. Per una questione di impegni precedentemente presi (ero quasi in partenza con il film “Vacanz…ieri, oggi e domani” con cui ho condiviso la regia con Lucio Ciotola e che è uscito l’8 maggio al cinema) abbiamo optato per un corto. Gran bella esperienza. Gran bel significato che credo abbiamo portato sullo schermo. Napoli è come tutte le altre città, ha una marea di problemi, ma anche una marea di soluzioni…perché rappresentare solo le cose che non ci fanno onore?”

E’ stato un grande successo. A cosa lo attribuisci?

“A Cannes ho visto rappresentanti di altre cinematografie divertirsi ed applaudire un lavoro così diverso rispetto a quello che si aspettavano. Ricordo che fuori alla sala alcuni pensavano ad un film fatto di camorra. Da campano questa cosa mi ha profondamente ferito. Il bello è stato averli piacevolmente sconvolti. Abbiamo ribaltato i clichè a nostro favore e la camorra è diventata altro…”

Com’è stato incontrare Sophia Loren?

“Ho avuto la fortuna di vivere la sua sensibilità di donna , ancor prima di artista, grazie proprio alla mia partecipazione al Festival di Cannes. Ho partecipato alla presentazione del corto “La voce umana” diretta da suo figlio Edoardo Ponti e il giorno dopo ad un suo masterclass. Davvero bello, intenso. Ho avuto modo anche di ringraziarla pubblicamente per aver permesso alla nostra “Napoli” di essere apprezzata all’estero per altri valori da quelli che i mass media continuamente propinano. Se mi fermo un attimo a pensare a quei giorni, posso assicurare che il momento più bello è stato, oltre ad aver avuto modo di parlarle, vivere sul suo volto la sua emozione parlando del grande Mastroianni. Una gran belle donna…dentro e fuori!”

Nelle sale cinematografiche è uscito il tuo film “Vacanz…ieri, oggi e domani”. Sei soddisfatto dei tuoi progetti?

“L’otto maggio è uscito il film commedia “Vacanz…ieri, oggi e domani” un lavoro distribuito dalla Smc che mi vede regista (insieme a Lucio Ciotola) e protagonista accanto ad una pietra miliare del cinema italiano Carlo Croccolo. Nel cast anche Lucianna De Falco, lo stesso Ciotola, Martina Liberti, Lello Radice e la partecipazione di attori del calibro di Patrizio Rispo, Salvatore Misticone ed Ernesto Lama. Questa la trama in breve: “E’ estate. Tutti hanno bisogno e voglia di una vacanza. Anche i coniugi Scannapieco, Gennaro ed Ada, napoletani doc, con mille difficoltà economiche e con tre figli e nonno sulle spalle decidono che è il caso di staccare un pò la spina. Si sceglie la cosiddetta partenza intelligente per raggiungere i parenti in Puglia. Ad attendere i nostri eroi, la sorella di Ada e la sua famiglia. Sulla spiaggia da loro frequentata, arriva anche un’altra famiglia, una donna manager con sua figlia… Checco, il personaggio che interpreto, figlio degli Scannapieco, e la sua famiglia, si troveranno immersi in incontri/scontri, casuali o meno, che animeranno un’estate calda come non mai. Non tutte le vacanze riescono con il buco…” Un film, girato tra la Campania e la Puglia, che ha voglia di mettere in luce una vecchia caratteristica del popolo partenopeo: il sorriso! La simpatia che viene fuori proietta, a mio parere, questo lungometraggio tra i prodotti che cercano di riportare il sole sulla “terra dei fuochi” dove, certamente, non va tutto bene, ma dove tutto ha ancora possibilità di splendere!Il lavoro, prodotto dalle campane Goccia Film (casa di produzione che ho fondata con l’attrice Martina Liberti), Pragma e Giustemply, si tratterrà in sala per tutto il mese di maggio arrivando a toccare ogni regione d’Italia impegnandosi a portare sorrisi e spensieratezza ad ogni tipologia di pubblico, dai ragazzi ai più adulti. Un film per tutti…di tutti!”

“Sono felice del risultato anche al box office! La prima settimana siamo arrivati 30esimi su 112 film circa usciti e rimanenti in sala in quel periodo. Ma ancor di più della risposta del pubblico: “divertente” è il minimo comune denominatore dei loro commenti! Idem i critici: a Cinematografo condotto da Gigi Marzullo. E’ stato un bel momento che non ha ancora fine: avremo altre uscite ancora in altre regioni e poi… faremo parti di molte arene estive.”

Puoi anticiparci eventi futuri?

“Continuerà il tour di “Vacanz..ieri, oggi e domani” come vi anticipavo prima e poi a settembre continueranno le riprese del mio terzo film da regista “Granelli di luce” (iniziate a Los Angeles a dicembre)! Sarà sicuramente un’avventura piena di tanto lavoro ed emozioni: avrò l’onore e la responsabilità di recitare a dirigere insieme. Un cast di livello (Pietro De Silva, Salvatore Cantalupo, Ivan Bacchi solo per citarne alcuni…) . Non vedo l’ora di iniziare! Si prevedono quattro settimane di lavorazione. E’ una storia a cui tengo particolarmente: viviamo in una società dove si pensa sempre al grande, alle metropoli, ho scelto invece di ambientare il film in un piccolo paesino del sud dove c’è una sola chiesa, una sola farmacia, un solo bar e dove la morte di un prete fa da cornice al ritorno a casa dei protagonisti che hanno deciso di andar via dalla loro piccola realtà di paesino per cercare fortuna. Al loro ritorno niente sarà più come prima… Il film è prodotto dalla Goccia Film e Pragma e stiamo concludendo gli ultimi accordi per iniziare il progetto con la massima qualità artistica e produttiva. Speriamo presto di arrivare al primo “ciak”.”

Grazie Fabio per essere stato in nostra compagnia! 

Natascia e Romina Malizia

Crediti foto: Marco Minello

Print Friendly, PDF & Email
 
Close

Benvenuti nel nuovo Flash Style Magazine Vip

Benvenuti welcome nuovo Flash Style

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: