Elisabetta Rogai alle Oblate per le manifestazioni dell’Estate Fiorentina 2022

ELISABETTA ROGAI ALLE OBLATE

ASSOCIAZIONE CULTURALE CREATI_VITA

 incontri promossi dall’ Associazione culturale Creati-Vita, nell’ambito delle manifestazioni per l’Estate Fiorentina 2022.

16 settembre 2022

Aperta nel maggio 2007 la Biblioteca delle Oblate è una piccola gemma nel cuore di Firenze. Situata nell’ex convento delle Oblate tra Via dell’Oriuolo e Via Sant’Egidio, è un centro culturale e multimediale che unisce in sé antico e moderno. D’ispirazione per la realizzazione di questo centro multifunzionale è stato il famoso Centro Georges Pompidou di Parigi, sia per il moderno allestimento degli interni, che per l’offerta dei servizi agli utenti. La Biblioteca delle Oblate è sicuramente un centro culturale importante per la città Firenze. irenze, 7 settembre 2022

Negli incontri promossi dall’ Associazione culturale Creati-Vita, nell’ambito delle manifestazioni per l’Estate Fiorentina 2022 si è inaugurato l’evento dedicato al vino.

Presenti la vice sindaca Alessia Bettini, la direttrice della Biblioteca delle Oblate Tiziana Mori, la presidente di Creati-Vita Anita Tosi e i rappresentanti dell’Associazione culturale e i protagonisti degli eventi Elisabetta Rogai, Regina Schrecker, Caterina Trombetti, Enzo M. S. Roseto, Alessandra Pironi, Caterina Bianchini, Silvia Bianconi, Caterina Ceccuti.

“Un ciclo di incontri culturali che mette a confronto tanti esperti di differenti settori -commenta la Vicesindaca Bettini-, riaccendendo i riflettori su grandi personaggi come Luzi o Pasolini, e crea connessioni tra discipline e mondi diversi, pensiamo al connubio interessante tra arte, moda e vino al centro di una delle iniziative. Un’opportunità di arricchimento e conoscenza che l’Associazione Creati-Vita torna a offrire ai cittadini all’interno dell’Estate Fiorentina”. “La nostra proposta per l’Estate Fiorentina sarà incentrata su una visione ludica del fare cultura – è il commento della presidente Anita Tosi-. Nell’incontro dedicato al vino, per esempio, l’arte, la moda, soprattutto la tradizione del nostro territorio verranno esaltati presentando il tema della gioia di vivere afrodisiaca, abbinata alla bellezza e al costume. Si tratterà di un momento di gioia legata alla natura che però, allo stesso tempo, non può sottrarsi alla finitezza e alla morte, come parte integrante del ciclo vitale. Così come passano le stagioni, la vita pure viene scandita da continui passaggi.

Importante la presenza di Elisabetta Rogai, ideatrice della tecnica EnoArte, dipingere con il vino al posto del colore che espone le sue opere dipinte con il vino sull’altana dell’Oblate, alle spalle la vista del Duomo di Firenze..

“Il Vino segue la civiltà dell’ uomo e per questo fa parte della sua cultura. Nelle mie opere si individua il mio amore per la terra, perché il vino è un capolavoro d’arte, quando dipingo faccio intraprendere al vino un viaggio, dalla cantina alla tela, creando un opera d’arte, ‘è dunque il tributo dell’uomo alla sua terra che non smette mai di essergli madre”

www.elisabettarogai.it

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.