Andrea Barbieri: un cosplayer e la sua metamorfosi

Andrea Barbieri: un cosplayer e la sua metamorfosi 

Chi sei?
Andrea Barbieri, un 34enne che conserva vivo ancora un cuore fanciullesco con la voglia di giocare ad immedesimarsi in tanti personaggi.

Da quanto fai cosplay?
A questa domanda potrei dare 2 risposte:
1) Dal 2002, ma ai tempi fare cosplay era molto diverso, più semplice e meno in vista.
2) Dal 2012, anno in cui ho ritrovato la passione, ho trovato questa attività molto diversa e più volta a cercare la perfezione nel personaggio. Questo mi ha spinto ad imparare molte altre cose come il make-up, il trucco prostetico ecc.

Come è nata questa tua passione?
È una passione che mi porto dietro fin dall’infanzia: da piccolo mi divertivo a distruggermi le ginocchia lanciandomi dalla bici all’urlo di “jeeg robot d’acciaio”; oppure a casa davanti alla tv ad imparare ad imitare la voce dei personaggi dei cartoni animati.

Il tuo cosplay preferito?
Fino a qualche tempo fa avrei risposto “Edward mani di forbice” poiché mi rispecchiavo molto in lui: timido, introverso, sarei sempre stato nell’angolino buio senza farmi notare. Devo dire che proprio il cosplay ha apportato forti cambiamenti alla mia personalità, facendomi aprire e rendendomi molto più socievole ed estroverso. Adesso mi vedo quasi come una bestia da palco: mi piace recitare, divertire e divertirmi mediante gli spettacoli. Quindi, se adesso devo dire qual è il mio cosplay preferito, direi che è l’aviatore del piccolo principe: un adulto che ha vivo nel cuore il bambino che era, e la voglia di continuare a vedere le cose con l’occhio di un bambino. Tanto per citare il libro “ci sono molte cose costrette: l’elefante dentro il boa, la rosa nella campana, la pecora nella cassetta” e via dicendo. Così anche l’aviatore è un bambino rinchiuso nel corpo di un adulto.

Che consigli daresti a chi si avvicina a questo mondo?
Quello che consiglio sempre è di dare un senso alle cose: mediante il cosplay si esce di casa, ci si relaziona con le persone e si condivide una passione, ma soprattutto oltre a fare del bene a noi stessi, si può fare anche qualcosa per gli altri, come regalare un’emozione, un sorriso o uno sguardo di stupore. Se vogliamo andare ancora oltre, possiamo fare anche delle attività benefiche, entrare negli ospedali o semplicemente riaccendere quella piccola luce di magia/fantasia che normalmente ai bambini di oggi viene sempre più rinchiusa solo all’interno degli schermi. In buona sostanza fatelo con il cuore, perché tanto per citare sempre il piccolo principe “l’essenziale è invisibile agli occhi, non si vede bene che col cuore”. Non vi prefissate obiettivi di notorietà fini a sé stessi; se anche in questo ambito ci devono essere dei modelli, è bene che siano di contenuto e non solo di contenente.

I lettori dove possono vedere i tuoi lavori?
Sono un pessimo gestore di pagine, anche se ne posseggo una che si chiama “Andrea Barbieri Cosplay” 
(https://www.facebook.com/Andrea-Barbieri-Cosplay-1437347646559377/). Ho anche l’account Instagram “andreabarbieri1983” (https://www.instagram.com/andreabarbieri1983/), però principalmente pubblico tutto su profilo e questo mi consente un rapporto più diretto con le persone. L’unico neo è la limitazione delle amicizie su Facebook, infatti tento di mantenerle costantemente a 4999 per permettere di inviare la richiesta, però ne ho già molte in sospeso.

Saluta i nostri lettori!
Spero di non essere stato noioso in questa intervista! Dal momento che vi ho lasciati i contatti non esitate a fare domande e soprattutto se avete voglia di fare due chiacchiere in fiera o anche solo fare un saluto, fatelo! La cosa che mi mette più tristezza alla fine della fiera è leggere i messaggi del tipo “ti ho visto, ma non volevo disturbarti”, la cosa che adoro di più è conoscere nuove persone e perdere queste occasioni mi crea un grande dispiacere. Detto questo, saluti tutti i lettori e spero di incontrarvi presto!

 

Leggi anche la recensione della XXIII edizione del Romics 2018, cliccando il seguente link http://flashstylemagazine.altervista.org/romics-2018-xxiii-edizione-un-mondo-migliore/

 

Susanna Biancone
Redattrice, Cosplayer, Cantante, Gamer
Swan Cosplay – https://www.facebook.com/CosplaySwan/
Instagram – https://www.instagram.com/edelweiss_swan/
PH: Vincenzo Tocci, Roberto Donadello

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi