Crea sito

A Monaco la prima edizione del WSLA: Oscar dello Sport

A MONACO LA 1° EDIZIONE DEL WSLA

Si sono concluse le due giornate del WSLA con l’Award Ceremony con Cena di Gala e Red Carpet nella Salle Empire dell’Hotel de Paris.

L’evento presentato in 5 lingue dall’etoile internazionale Lorena Baricalla, Ambasciatrice e Master of Ceremonies del Monaco World Sports Legends Award è stato ideato e prodotto dalla Promo Art Monte-Carlo Production e il suo scopo è quello di legare lo sport con l’entertainment, l’arte, la moda e il glamour facendo del Monaco World Sports Legends Award una vetrina unica a livello internazionale: gli Oscar dello Sport.

Quest’anno la rosa dei premiati ha presentato i nomi dei più grandi esponenti dello sport mondiale riuniti in questa eccezionale occasione:

Giacomo Agostini (Italia/ Moto/ 15 volte Campione del Mondo di MotoGP);
Carl Fogarty (Inghilterra/ Moto Superbike- 4 volte Campione del Mondo di Superbike);
Mika Hakkinen (Finlandia/ Formula1 – 2 volte Campione del Mondo di Formula1)
Tia Hellebaut (Belgio/ Atletica leggera – Campionessa Olimpica di Salto in alto);
Jhong Uhk Kim (Corea/Stati Uniti – Gran Maestro di Kung Fu)
Sir Anthony McCoy (Irlanda del Nord/ jockey – 20 volte vincitore del Campionato Britannico, record di 289 vittorie nel 2001/2002, più grande vincitore di tutti i tempi con 4 358 vittorie);
Jean-Marie Pfaff (Belgio/ Calcio – Primo Vincitore del Titolo di Migliore Portiere al Mondo);
Pernilla Wiberg (Svezia/Sci Alpino – 2 Medaglie d’Oro Olimpiche, 4 volte Campionessa del Mondo, 1 Coppa del Mondo);
“Best Values Award”: Victor Tello (Messico/ MonacoWSLA Best Values Award for community support)
“Premio Postumo” : Antony Noghès (Monaco/ per avere creato il Gran Premio di Monaco nel 1929, il Rallye di Monaco nel 1911, inventore della bandiera a scacchi nella sua forma moderna nel 1931).
Il Premio è ricevuto da Yann-Antony Noghès e Lionel Noghès.

Grandi Campioni dello Sport con il Glamour, Style, Arte, Vintage Couture, Gioielli, Artigianato e Creatività Italiana……per questo la Master of Ceremonies Lorena Baricalla ha indossato nei due giorni dell’evento tutta una serie di outfit esclusivi realizzati da stilisti di alta moda. Gianni Versace con abiti iconici della preziosa Private Collection unica al mondo di Antonio Caravano con il famoso abito in metal mesh, pezzo clou dal valore inestimabile della storica esposizione al Metropolitan di NY nel ’97, Genesia Walle, stilista brasiliana in questo anno di Olimpiade in Brasile; Didimara, stilista franco-portoghese, Eles Italia, Duccio Venturi, luxury shoe designer italiano che ha realizzatore nuove creazioni appositamente per questa serata e Marina Corazziari Gioielli, con i suoi pezzi d’arte dedicati ad una star.

Fra gli ospiti d’onore il produttore cinematografico americano Julius R.Nasso, che ha iniziato la sua carriera come assistente di Sergio Leone in “C’era una volta in America” e che a seguito è stato ideatore dei film d’azione Hollywoodiani con Steven Seagal. Peraltro fu proprio Gianni Versace a disegnare per Julius R. Nasso il look con pettinatura a codino e l’outfit del personaggio di Steven Seagal. Altra importante presenza il noto baritono Armando Ariostini, infatti il Gala è stato concepito come un grande show all’americana e ha previsto interventi di spettacolo con corpo di ballo ed orchestra fra i quali il famoso Cancan di Offenbach. I più grandi campioni dello sport, in attività o non più, sono stati premiati con il “World Sports Legends Award”. L’evento si svolto con il sostegno dell’Automobile Club de Monaco, dell’Hotel Fairmont Monte Carlo, della Direzione del Turismo e Congressi di Monaco e della SBM.

ABITO IN METAL MESH
Note: dott. Sabina Albano
Curatrice della
A.CARAVANO PRIVATE COLLECTION

Lorena Baricalla ha indossato nei due giorni dell’evento Gianni Versace con abiti iconici della preziosa Private Collection unica al mondo di Antonio Caravano con il famoso abito in metal mesh, pezzo clou dal valore inestimabile della storica esposizione al Metropolitan di NY nel ’97, realizzato in pochissimi esemplari.

L’abito in metal mesh nasce dal genio visionario di Gianni Versace nel 1982, ispirato dal film Excalibur del 1981, una “folgorazione” artistica osservando la maglia metallica delle armature medievali, infatti la sua idea era quella di creare un “tessuto metallico” che avesse la vestibilità di un abito da sera, ma mantenesse la protezione di un’armatura. Dalla sua fantasia nasce l’OROTON, il tessuto metallico talmente duttile da drappeggiarsi sul corpo come una seta bagnata, prodotto dall’Atelier F.Munch di Mùhlacker, diventa il segno distintivo per G.V, tessuto e innovazione, che lo porta a vincere, nel 1983, il suo primo Occhio D’Oro, premio dedicato alle collezioni di moda più innovative, e Metal Mesh /Oroton diventerà dunque il materiale istituzionale del brand. Se Paco Rabanne ha creato con la maglia metallica l’immagine di Barbarella, Gianni Versace ha saputo dare alla maglia metallica il concetto couture, utilizzandola come un tessuto, drappeggiandolo, dandogli vestibilità e rendendolo sensuale nell’assecondare ogni movimento della persona. Abito cult per i collezionisti di tutto il mondo questa semplice e breve tunichetta sprigiona glamour ad ogni movimento, capo iconico della “Antonio Caravano Private Collection”, suscita, a distanza di tanti anni, curiosità, meraviglia e ammirazione, perfetto per vestire l’Etoile Lorena Baricalla per la serata di gala.

PROMO ART MONTE-CARLO PRODUCTION
26, Avenue de Grande Bretagne
98000 Monte-Carlo
Principauté de Monaco
email: info@promoart-montecarlo.com

Cristina Vannuzzi Landini

Print Friendly, PDF & Email
 
Close

Benvenuti nel nuovo Flash Style Magazine Vip

Benvenuti welcome nuovo Flash Style

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: